Not Safe For Work

Not Safe For Work

mercoledì 25 ottobre 2017

Rubrica consigli: come fare un clistere evacuativo

Il clistere è una tecnica che permette l’iniezione di un liquido nell’ano con lo scopo principale di stimolare l’evacuazione, ma anche utile in caso di irregolarità intestinali e irritazioni della mucosa intestinale, preparazione ad intervento chirurgico o procedura d’indagine, fecalomi. Come fare un clistere con enteroclisma? Ecco la procedura sia da soli che in due.

Occorrente:

  • un kit nuovo per enteroclisma, acquistato in farmacia
  • un paio di asciugamani o una traversa cerata o pannoloni usa e getta
  • vasellina o gel ipoallergenico o un cucchiaino di olio di mandorle organico, olio di oliva o di cocco, per lubrificare l’ingresso della sonda
  • guanti monouso in lattice o nitrile
Avvertenze generali
Se si procede da soli, sarebbe opportuno che fosse presente in casa una persona di fiducia, pronta a prestare aiuto in caso di necessità.
Acquistate materiale di alta qualità.
È preferibile che la procedura venga svolta a vescica vuota.
Fai attenzione alla temperatura della soluzione introdotta, dal momento che temperature troppo alte o troppo basse sono potenzialmente dannose. L’ideale è circa 35°: sarebbe importante testare con un termometro da bagno che la temperatura sia in un range compreso fra i 25 e i 38 °C.
Se durante la procedura fuoriesce sangue dall’ano, fermarsi immediatamente.
Il clistere va effettuato nel mantenimento della privacy più elevata possibile.

1) Trova luogo confortevole
Se sei a casa e non in ambiente sanitario, trova un luogo confortevole per fare il clistere, come ad esempio il vostro bagno: una volta fatto il clistere potresti avere solo pochi secondi prima che il corpo decida di evacuare, quindi il bagno – o un posto ad esso vicino – può essere una ottima scelta.
2) Monta il kit
Apri la confezione del kit e montalo in base alle istruzioni incluse nella confezione. Solitamente nella confezione troverai:
una sacca per il liquido;
un gancio per appenderlo;
un tubo;
un tappo;
una sonda rettale.
3) Procedure iniziali
Lava le mani ed inserisci i guanti. Usa il lubrificante per lubrificare l’ano ed i primi centimetri della sonda del clistere. Inserisci l’acqua nel tubo eventualmente mescolata con altri liquidi curativi.
4) Procedura da solo
  • Disponi gli asciugamani sul letto o per terra e sdraiati sulla schiena, con le ginocchia piegate verso il petto.
  • Quando ti senti pronto, introduci la sonda nel canale anale per una lunghezza di circa 9 – 11 cm.
  • Fermati se senti resistenza o dolore ed aggiusta lievemente l’angolazione finché non entra con facilità.
  • Utilizza il morsetto sul tubo per aprire il flusso e controllare la quantità di liquido.
  • Introduci il liquido lentamente.
  • Ritira la sonda con delicatezza.
  • La procedura potrà ritenersi conclusa solo dopo aver trattenuto il clistere per 10-15 minuti prima di evacuare l’intestino, o per lo meno quanto più tempo ti sarà possibile. Durante questo periodo devi rimanere sdraiato, con le ginocchia piegate verso il petto, aiutandole con le braccia.
  • Dopo aver trattenuto il liquido, siediti sul water e rilassati. Aspetta sino a che non riesci ad espellere acqua e feci.
https://medicinaonline.co/2017/03/19/come-fare-un-clistere-evacuativo-procedura-semplice/

Nessun commento:

Posta un commento

Copyright

Copyrighted.com Registered & Protected 
9659-NUMU-ZC4E-QPRG

AddToAny