Not Safe For Work

Not Safe For Work

sabato 30 settembre 2017

Pain and pleasure #dominazione #domme #domina #domination #dominatrix #dominant #dominagoldy #bdsmaccount #bdsmlovers #bdsm #bdsmcommunity #bdsmslave #bdsmlife #heels #pain #playtime #nipplestorture


Racconto 9

4 'zampe'... era l'unica maniera che gli era concessa per muoversi.
Lui che per colpa di quel dannato ginocchio che tanti problemi gli aveva dato da giovane, ora aveva tanto dolore a camminare così ma doveva farlo perché non esisteva altro modo.
Non osava proferire parola, non poteva immaginare una vita senza la sua Padrona.
Conosceva bene il piacere che le donava quando si avvicinava in quel modo a Lei per ricevere un suo comando.
Sopportava il dolore, perché quello era il suo ruolo..

by Gianni Fedele




Chastity stories: DAY 4 AGAIN

29 settembre. Quarto giorno.
Poche parole per dire che la castità continua, ed è il quarto giorno quello dove si inizia ad avvertire la mancanza di libertà sessuale. Lo sto attraversando resistendo, per non deludere la Mistress che si sta occupando della mia educazione.



venerdì 29 settembre 2017

giovedì 28 settembre 2017

Satan was a Lady #dominagoldy #followforfollow #follow4follow #blackandwhite #satan #followme


Le 3 R

Sottomettere vuol dire onorare. 
Onorare l'impegno preso, onorare la persona che si affida alle vostre cure, perché il principio su cui si fonda il ruolo di una Domme è la regola delle tre "R": 

Rigore
Rispetto
Responsabilita'

Chastity stories: DAY 2 AGAIN

27 settembre. Secondo giorno.
Oggi non so cosa scrivere, si tratta di grandi ripetizioni, astinenze, pensieri, idee, mancanze, resistenze, flessioni, cose da fare e la cb che ricorda sempre il mio posto nella castità.




mercoledì 27 settembre 2017

Chastity stories: DAY 1 again

Ricomincia l'esperienza della castità di P.
Ha avuto solo 1 giorno di libertà per sfogare i suoi istinti e ora è di nuovo in gabbia.
Resisterà? Oppure chiederà la libertà?

26 settembre. Primo giorno.
Un giorno di libertà, dopo le due settimane di castità è subito altre tre settimane. 
21 giorni, casto e puro. 
La cb6000 in silicone è più morbida, ma blocca comunque ogni ipotesi di erezione. 
Un giorno solo per "riprendersi" da due settimane di chastity non è quasi nulla, ma rientra nella prova che sto affrontando quindi sono curioso di vedere cosa sarò in grado di affrontare. Ho chiaro il percorso, ma sono allo scuro delle mie reazioni. Ho bisogno di scendere nel profondo della mia persona. Nessuna irrequietezza aggiunta, ma solo interesse per comprendere, passo dopo passo, dove questo natura mi potrà portare. Intendo il BDSM come una ricerca spirituale, quindi al suo interno non conosco inquietudini o irrequietezze, ma una dimensione piacevole, come stare in un posto che ci rappresenta.

#dominagoldy #bdsm #feelthepain #bdsmaccount #bdsmcommunity #bdsmlove #bdsmlife #dominazione #domme #domination #domina #slave #nipplestorture #nipplesclamps #slavery #submissive #boobs #corset


lunedì 25 settembre 2017

"La carne va sentita sotto le mani. Sentita per come brucia al desiderio di essere posseduta, le mani devono far sentire il possesso, devono parlare, poter dire: Appartieni a Me..."

Marquis de Sade

#morning_visions #bdsmlifestyle #bdsm #slave #domination #submissive #followme #dominagoldy #bdsmcommunity #dominatrix #mistress #dominant #sub #bdsmlife #submission #bdsmslave #domina #kinky #feet #bdsmaccount


Chastity stories: DAY 13 NEW START

23 settembre. Tredicesimo giorno.
Ogni chastity device, con l'uso prolungato, modifica la percezione del soggetto che lo indossa. Si avverte la grande mancanza della libertà sessuale e paradossalmente si diventa felici di questa restrizione. Il pene, avvolto dalla plastica, diventa un'estensione del corpo che non si avverte quasi più (inutili tentativi di erezione a parte), mentre i testicoli, esposti, raggiungono livelli di sensibilità che fanno vita ad un formicolio costante. Complice anche il fatto che diventano sovraccarichi di sperma. È una condizione da provare.

Chastity stories: DAY 14 NEW START

24 settembre. Quattordicesimo giorno.
Ultimo giorno, ultime ore in castità fino alla prossima prova. Quattordici giorni, 24 ore su 24, in CB6000. 
Ne sono accadute di tentazioni, distrazioni e fatiche, in attesa di raggiungere il traguardo indicato da Domina Goldy (che ringrazio, per la pazienza e la presenza con la quale mi ha seguito).


Birthday of Mistress Goldy

Buongiorno!
Ricordo a tutti che tra poco più di 15 giorni sarà il compleanno di DOMINA GOLDY.

I regali non sono mai previsti, ecco cosa li rende regali!
Se non sei sicuro di un regalo specifico, siete invitati a chiedere a Mistress Goldy. È meglio chiedere prima di acquistare qualcosa di inadeguato. Tuttavia, se siete sicuri che gradirà il tuo regalo, Mistress Goldy ama le sorprese.
Se qualche ammiratore o semplice fan vuole fare un regalo, questo è il link che può utilizzare:

https://paypal.me/DominaG
Sono accettati anche BUONI REGALO AMAZON

Gifts are never expected, that’s what makes them gifts!
If you are unsure about a specific gift, please email Mistress Goldy to ask. It is better to ask first than purchase something inappropriate. However, if you are sure she will like your gift, Mistress Goldy loves surprises.

PAYPAL
https://paypal.me/DominaG
They also accepted AMAZON GIFT VOUCHERS

Thank you in advance!


sabato 23 settembre 2017

Chastity stories: DAY 12 NEW START

22 settembre. Dodicesimo giorno.
Verso la fine di questo secondo percorso, con gioia faticosa resisto.
In castità cambia la percezione erotica, aumenta il bisogno.
La necessità di fa cannibale, proprio perché ogni oggetto fetish diventa un richiamo.
Inanimato, eppure seducente.
Gli stivali Pleaser da 15 cm sono come le sirene di Ulisse.
Chiamano, urlano, la CB6000 le corde che mi tengono legato e frenano la caduta.




Ai miei piedi #bdsmlifestyle #bdsm #slave #domination #submissive #followme #spanking #dominagoldy #bdsmcommunity #fetishes #dominatrix #mistress #dominant #sub #gagged #bdsmlife #submission #bdsmslave #boots #heels #worship #domina #whip #leather #collar #kinky #bdsmaccount


Racconto 10

Quando la vide per la prima volta indossare quelle scarpe rimase senza fiato!
Era attraente da farlo ammutolire, autoritaria da farlo inginocchiare, senza che Lei glielo ordinasse...
Fu in un attimo che senza rendersene nemmeno conto, si ritrovó calpestato da quelle scarpe.
Il tacco spingeva forte sul viso, provocando una sensazione di dolore che lo annullava completamente rendendolo inerme.
Un dolore che avrebbe portato con se per giorni.
Ammirava quel segno davanti allo specchio di casa ogni mattina con un senso di gratitudine e di appartenenza; lo sfiorava con le dita e sussurrava le parole che Lei gli aveva insegnato, quelle 2 parole che non avrebbe più potuto fare a meno di pronunciare:
Grazie Padrona


by Gianni Fedele




giovedì 21 settembre 2017

mercoledì 20 settembre 2017

Chastity stories: DAY 9 NEW START

19 settembre. Nono giorno.
Diventa più difficile resistere. 
Twitter è una tentazione continua (Mistress e contesti fetish/BDSM in ogni foto), ogni igiene giornaliera è occasione per un'erezione che, per merito dell'acqua fredda, rientra velocemente, e il pensiero non mi aiuta. 
Sto attraversando un periodo di castità e astinenza, nel quale avverto la mancanza del puro sesso e delle sessioni. 
Mi accade di sognare di essere in bondage, deprivato sensorialmente, nel mezzo di una sessione di CBT. 
È molto dura resistere.

"Fare l'amore allunga la vita". Vieni qui e rendimi immortale. #domina #dominagoldy #love #makelove #followforfollow #follow4follow


martedì 19 settembre 2017

#morning_visions #bdsmaccount #bsdmlifestyle #bdsmlovers #bdsm #bdsmcommunity #bdsmslave #domina #domme #dominagoldy #domination #slavery #submissive #submission #sadomasochism #collar #hood


Chastity Stories: DAY 8 NEW START

18 settembre. Ottavo giorno.
Terminate (almeno momentaneamente) le stimolazioni prostatiche, oggi, con il permesso di Domina Goldy ho guardato un film "English Mansion". Medical milk maids, con Mistress Sidonia von Bork e Mistress Lady Nina Birch.
Si tratta di una pratica da me amata e desiderata: il milking. Le due Mistress, dopo essersi assicurate che il sottomesso sia bene immobilizzato e docile iniziano una pratica sfinente di tease & denial e milking.
È superfluo dire che avrei voluto essere calato nella scena e che la cb, a blocco del pene, non mi è stata di grande aiuto.
A metà avrei voluto venire, ma, per merito del controllo di Domina Goldy sono stato uno spettatore modello anche se parecchio frustrato.

lunedì 18 settembre 2017

Consent and BDSM: What You Should Know


We can say “Consent is sexy” all we want and wear it on every crop top we own, but with a rising interest in kink and BDSM, and the ever-prevalent rape culture, understanding the intricacies of consent can become more complicated — and are more important than ever.

You know basically the entire plot of Fifty Shades? Like how Ana is an unknowing virgin who’s whisked into a life of BDSM with a handsome, extremely screwed up billionaire? Well, I’d argue that though Ana is presented a contract, she isn’t truly consenting to almost anything that happens to her in Fifty Shades.

Sure, she’s into the white wine kisses and the grey tie bondage part, but Christian Grey essentially coerced an inexperienced novice into a world of kink— she consented, but she didn’t even know what she was consenting to. That is problematic and it is wrong. Others will disagree with me. Critics of this stance say that Ana said ‘yes,’ therefore her consent was given.

How can a clear willingness or unwillingness to participate in a sexual act become so many shades of grey, when it should be black and white?

It is so essential to a teen's educational understanding, this is the teen’s guide to understanding consent in BDSM.

The blurred lines are confusing AF
When it comes to mainstream representations of BDSM in the media, understanding where bondage, discipline, dominance, submission, and sadomasochism aligns with consent can be confusing. It’s not just hazy for teenagers, trust me. The lines appear blurry for pretty much anyone without a deep understanding of kink.

What you may not know is that consent is actually the foundation of BDSM play. Before you can "play," you need to discuss the boundaries and comforts levels of each person involved in the scene.

"Consent is just as important in vanilla sex, but often, we get so used to the vanilla experience that we forget to ask for or enthusiastically express consent. In BDSM, however, you're off the established script. Experimenting with bondage or other non-vanilla play is different from the kind of sex we're used to seeing in the movies or on TV, which makes it essential that you and your partner communicate regularly and clearly to make sure that everything you're doing is okay and enjoyable." Sandra LaMorgese Ph.D., author, former dominatrix, tells Teen Vogue.

How can you be a sexual slave to someone, and also be fully willing? How can you want to be spanked, or whipped, or punished and be down for it at the same time? How does the person you’re having this kinky sex with know where the limits lie? How do you say yes or no?

Trying BDSM means having a trusting relationship
First and foremost, BDSM play should only be tried with someone you trust implicitly. Scenes should be discussed thoroughly beforehand, and between partners who know what they are doing — don’t go tying any crazy knots if you don’t know how to tie knots, or dripping regular candle wax that isn’t meant for bodies on someone’s skin.

If you want to use a crop on your partner, you must have a thorough understanding of the boundaries. You have to ask if your partner is fine with it. BDSM is absolutely NOT about causing someone harm or pain who doesn’t want pain inflicted upon them.

BDSM should never be done only to please another person. You should only engage in a sexual act if you feel comfortable doing it. There is nothing OK about coercing someone to try something they have zero interest in trying.

Both parties must give enthusiastic consent for a BDSM scene to work. Meaning, both parties have to be totally feeling this 100%. It does not mean one person feels lukewarm.

‘Yes’ does not mean ‘yes to all’
When it comes to consent, saying ‘yes’ to one thing in the bedroom does not mean you’ve said yes to all things in the bedroom. If you clearly discuss certain things as having "blanket consent," it means you are fully comfortable with certain things happening without being asked, such as biting or tickling. You can always take away this kind of consent, as with all consent.

"Blanket consent is a different approach to consent—instead of asking if what you're doing is okay every time you do something different sexually (regular consent), you tell your partner to stop if something they're doing starts to cross a line." Says LaMorgese.

When venturing into kink, both partners must stay within the previously discussed scene. For example, if you have agreed to let your partner tie you to the bed and use a feather tickler on your body, that is fine. But, if your partner then brings out a whip and hits you with it, without having asked if you were OK with that, it’s NOT OK.

For instance in Fifty Shades, Christian’s contract comes with some heavy baggage: “A ‘yes’ is only meaningful if it can be taken away at any time without consequences. 'You must sign this BDSM contract or I will break up with you and fly away on my helicopter' is not actually good consent.” Laura Schroeder, an Account Director at Fun Factory tells Teen Vogue.

Make sense? The ‘yes’ you give has to come with no strings attached. You are not subject to the will of the dom, unless you WANT to be. End of story.

BDSM covers a lot of territory
BDSM is not all about chains, whips, and ball gags, despite what you’ve seen in the movies. It is about the giving and receiving of control over anything else. Both the submissive and dominant consent to the submission and domination.

That’s actually what makes BDSM so erotic to many who enjoy it.

For subs, it is the release of control to someone who lets you escape from your worries; for the dom, having control in the bedroom can often substitute for a perceived lack of control in his or her everyday life.

Just because BDSM covers a lot of different behaviors, doesn’t mean you’re expected to try every single thing. You may be down to try some light spanking, but that doesn’t mean you want hot wax dripped on you; you might want to be in control during one sexual encounter, but want to give it up to your partner in another, “Like the word ‘sex,’ ‘BDSM’ covers a lot of different behaviors and activities, and trying one doesn’t meant that you have to try all of them.” Schroeder says.

It also doesn’t look any particular way
You and your partner are human beings. BDSM does not always look the same for every couple and that is completely fine.

For instance, Schroder tells us that a someone may like to have their lower lip bitten between kisses or perhaps one partner wants to use a sex toy and kneels in front of the other to present it for approval. These actions are about control rather than pain.

At the end of the day, remember that kink is just a game. It’s not something to be afraid of. If you’re with someone you trust, and understand the boundaries, it can be super fun and pleasurable.

Most importantly, remember that the fun starts and stops with your consent. If something is making you feel weird, gross, or just plain sucks, tell your partner to stop. Consent is the most valuable and sacred part of BDSM. It is about exploring boundaries and learning about yourself — it’s about growing, not losing something.


Gigi Engle is a writer and sex educator living in NYC.
http://www.teenvogue.com/story/bdsm-consent

Slave #bdsmlifestyle #bdsm #slave #domination #submissive #dominagoldy #bdsmcommunity #latex #rubber #fetishes #dominatrix #dominant #sub #gagged #bdsmlife #submission #bdsmslave #worship #domina #whip #leather #collar #kinky #bdsmaccount #mask #torturenipple #caged


Chastity Stories: DAY 7 NEW START

17 settembre. Settimo giorno.
Un'altra settimana, la seconda, sta per terminare. 
Un'altra sta per cominciare. 
Provo le sensazioni descritte nelle giornate precedenti, ma, giorno dopo giorno, sempre più intense. 
Superfluo dire che un orgasmo è quello che vorrei, ma amo resistere. 
Il desiderare l'orgasmo e l'essere nell'impossibilità di averlo sta diventando un piacere.



domenica 17 settembre 2017

#bdsm #bdsmcommunity #bdsmslave #bdsmrelationship #latex #latexmask #gag #gagged #gaggedmouth #mistress #domina #dominatrix #tiedupandgagged #padrona #schiavo #dominatrice #sottomesso #redballgag #gagball #ballgag #ballgagged #redballgag #collar #rubberkiss #love kiss #latexfetish #latexhood #latexcatsuit #neckcorset #gagged repost by @mistresslucie_ repost by @debora_trav


Chastity Stories: DAY 6 NEW START

16 settembre. Sesto giorno.
Pura castità.
Niente stimolazione prostatica ma solo la plastica della cb a contenere un desiderio sempre più difficile da mitigare.
Sei giorni e ancora otto davanti che impongono di resistere.




#dominagoldy #punished #punishment #pain #punizione #bdsm #bdsmslave #bdsmlifestyle #bdsmcommunity #bdsmaccount #slave #submission #domination #tiedup #boots #highheels #highheelsboots #stiletto Repost by @debora_trav


#morning_visions #dominazione #domme #domination #domina #dominagoldy #bdsmaccount #bsdmlifestyle #bdsm #bdsmcommunity #collar #spit #spitting #submissive #submission #slave #slavery #dominatrix


sabato 16 settembre 2017

Plugs mania #dominazione #domination #dominagoldy #plugs #plug #bdsmaccount #hook #steelplugs #analtoys #analplug #analpleasure #pleasure #playtime


Racconto 6

Era per lui una cosa nuova, che non conosceva.
Non sapeva cosa fosse appartenere ad una persona.
E si perché lui era ciò di cui aveva sempre avuto bisogno ma non sapeva cosa volesse dire.
Lei con uno sguardo profondo e deciso gli indicò la strada, quello che era ora la sua vita.
Si avvicinò e prese il suo viso sollevando il mento, avvicino la bocca nel suo orecchio e gli sussurrò...
MIO.



by Gianni Fedele









Chastity Stories: DAY 5 NEW START

15 settembre. Quinto giorno.
I giorni passano e il desiderio di resistere alla castità è sempre più difficile, ma è la via adatta alla mia persona: rigore e controllo.
Una rieducazione e il lucchetto serve a ricordarmi questo, oltre che a non farmi disperdere energie in masturbazioni compulsive.
Domina Goldy ha la chiave della mia educazione ed io la responsabilità di migliorarmi.

venerdì 15 settembre 2017

#morning_visions #bdsmaccount #bdsmlovers #bdsm #domination #domina #desire #worship #chain #heels #dominagoldy #submissive #submission #love


Chastity Stories: DAY 4 NEW START

14 settembre. Quarto giorno.
Sempre più in confusione.
In bilico.
Con un desiderio di essere libero per venire e il piacere masochistico nel sentirsi costretto.
Ormai l'ano accoglie così bene il plug che presto sarà necessario passare ad una misura maggiore.
Mezz'ora al giorno di stimolazione prostatica, applicata con dovuta attenzione. E la gabbia, a ricordare il blocco (fisico e mentale).
Con fatica mi sto muovendo in questa misura che è diventata la mia normalità.

giovedì 14 settembre 2017

"La sensazione che ho sempre più spesso è che il bdsm per la maggior parte delle persone che vi si avvicinino lungi dall'essere la naturale ed efficace risposta a pulsioni che si riconoscono come riconducibili alla sfera sadomasochista sia invece una sorta di "bacchetta magica" generalista per tutto quello che emotivamente non si trova soddisfacente e appagante nella propria dimensione affettivo-sessuale..."

cit. Sonia Pampuri

Rose Butt Plug #bdsmaccount #bdsmlovers #bdsm #domination #dominagoldy #domina #buttplugged #buttplug #plugs #plug #submissive #submission #sadomasochism


martedì 12 settembre 2017

Chastity Stories: DAY 2 NEW START

12 settembre. Secondo giorno.
Come secondo giorno un programma più impegnativo del solito: usare il plug come stimolatore della prostata e, di conseguenza, raggiungere un orgasmo prostatico.
Dopo aver inserito il plug inizio il lento lavorio: un dentro e fuori, per scoparmi da solo. Proseguo, senza interruzioni per dieci minuti. La posizione è scomoda.
La cb strozza l'erezione che, lentamente, prova a esplodere.
Passano i minuti mentre una specie di piccolo prurito si impossessa della prostata. La punta del plug di silicone morbido deve lavorarla a dovere tra pressione e massaggi. Inizio ad avere la sensazione dello sperma che sale lentamente, come ad essere succhiato da una cannuccia.
Domina Goldy mi scrive di continuare.
E così faccio.
Seguendo il suo training è implicito che debba obbedire agli ordini. È faticoso mantenere ritmo e concentrazione. Sento che basterebbe un piccolo movimenti sbagliato per rovinare il crescendo di un lavoro così ricercato. Ad un tratto tutto diventa facile e dal pene, gonfio nella cb, esce un piccolo fiotto di sperma. Qualche spasmo anale ed ecco il secondo, poi il terzo. Anche a volerlo interrompere non sarei padrone di farlo.
Munto dal plug e dall'insistenza della mano.
E sono ancora eccitato.

Heels and... #domination #domina ##dominagoldy #bdsmaccount #bdsmlovers #bdsm #bdsmcommunity #bdsmlifestyle #blackandwhite #heels #heels #highheels #handcuffs #lipstick


Come here... You are mine. #domina #domination #dominagoldy #bdsmaccount #bdsmlovers #bdsmcommunity #bdsm #bdsmlifestyle #collar #owner #ownership #submissive #submission


lunedì 11 settembre 2017

Chastity Stories: DAY 1 NEW START

11 settembre. Primo giorno.
Dopo una settimana di libertà dove ho potuto tornare a gestire i miei orgasmi, alle 24 ho chiuso il lucchetto alla mia CB6000. 
Inizia il nuovo periodo di castità, il secondo, sotto al controllo di Domina Goldy.
Questa volta il tempo di astinenza è raddoppiato: 14 giorni. Inoltre dovrò iniziare un esercizio di stimolazione prostatica, con l'aiuto di una serie di plug. Il progetto di Domina Goldy è di tenermi costantemente stimolato, con il "rischio" di raggiungere un milking senza il piacere dell'orgasmo.
Il membro sarà sempre bloccato dalla CB, mentre l'ano si dovrà abituare ad un altro tipo di piacere. Ieri sera, prima di mettermi in castità, ho fatto una prova (richiesta dalla Mistress). Sentivo perfettamente la stimolazione, ma a causa di una certa stanchezza non sono riuscito a venire.
L'insuccesso mi ha portato a non poter godere dell'ultimo orgasmo concesso. Oggi devo ritentare, ingabbiato e sottoposto a 30 minuti di stimolazione prostatica. 
Un nuovo inizio, quindi, affidato alle cure di Domina Goldy.


La fluidità di ruoli e generi nel BDSM, la parola ad Ayzad

Vi propongo alcune parti di una lunga intervista tra Ayzad e Nathan Bonni


Intervista pubblicata originariamente su Progetto Genderqueer

Per un caso fortuito, ma fortunato, un mio precedente articolo sul tema “BDSM, LGBT e Binarismo” è stato inviato da un mio collaboratore social ad Ayzad, giornalista, scrittore e ricercatore, nonché influencer in tema BDSM. Ho piacevolmente ricevuto un suo contatto mail in cui si rendeva disponibile a conversare sulle sessualità alternative di qualsiasi tipo, proponendo un’intervista incrociata, per fare un confronto “come si deve” tra il mondo BDSM e quello LGBT. In attesa dell’uscita dell’intervista che lui ha fatto a me, sui temi LGBT e di binarismo/non binarismo, ho il piacere di pubblicare quella che invece io ho fatto a lui…
di Nathanael


Nota di Ayzad – Potete leggere qui l”intervista “di ritorno”.

BDSM e binarismo: si chiama “binarismo di genere” il concepire corpi, identità e ruoli come strettamente aderenti al binario 0-1 o, nel nostro caso, maschile-femminile. Anche nel BDSM vi sono dei “binarismi”: top/bottom, dom/sub, master/slave etc etc. Quanto questi binarismi sono netti e quanto sono connessi al binarismo M/F?

Ho l’impressione che il binarismo sia un po’ un’ossessione solo per il popolo del Family Day, i media e una certa frangia di attivismo, mentre parecchia gente non gli dia più di tanto importanza. Nel contesto del BDSM, per esempio, se l’immaginario si rifà ad archetipi che sono per definizione assoluti, la realtà dei praticanti è molto più fluida. Naturalmente tutti hanno preferenze personali che si sviluppano e affinano col tempo, ma lo spirito generale è di esplorazione critica di corpi, ruoli, menti e così via. Un classico è per esempio che un nuovo partner sia anche l’occasione per resettare tutto e scoprire insieme quale sia il modo di interagire più piacevole per tutti. Il genere in particolare è una di quelle barriere culturali che nel contesto di un BDSM vissuto serenamente viene superata abbastanza facilmente, anche perché la seduzione è più una questione di cervello che di cosa si ha nelle mutande o di quanto definita sia la muscolatura.

Quali differenze nelle dinamiche di una coppia di praticanti BDSM composta tra due uomini , una composta da due donne e una composta da persone di genere opposto? E da cosa dipendono queste differenze?Ogni relazione ha una dinamica a sé stante che non si può ricondurre o ridurre a una questione di genere, proprio perché parte invece dall’anima delle persone. Le differenze dipendono più dalla consapevolezza di sé e dal livello di conoscenza delle varie pratiche, oltre che naturalmente dalle preferenze personali.

Quanto gli stereotipi di genere sociali hanno influenzato e influenzano alcuni clichè del mondo BDSM?
Direi per niente, specie se consideri che sotto lo stesso acronimo puoi trovare tanto ruoli stereotipati quanto donne dominatrici, genderbending e perfino chi si identifica con un animale. Se queste influenze sono sottolineate, di solito è per sovvertirle con personaggi tipo il manzo palestratissimo vestito da camerierina, o la signora che indossa un’uniforme da generale.



Cosa si intende per genderbending nel BDSM?
La stessa cosa che si intende in altri contesti: la creazione di identità che rompono gli stereotipi di genere, mescolandoli o stravolgendoli. L’esempio che viene fatto più spesso è Conchita Wurst, ma il genderbending può prendere forme anche molto raffinate e provocatorie in modo assai sottile.

Conchita Wurst















Perché molte persone che non disdegnano pratiche omosessuali (sia luixlui che leixlei) nel bdsm e fuori da esso, poi si definiscono etero? Succederebbe se non ci fosse ancora uno stigma per le persone LGBT?
Non saprei risponderti, più che altro perché non riscontro questo fenomeno. Presumo che ci siano contesti sociali in cui dichiararsi “bi-curious” possa inutilmente esporre a pregiudizi, ma nell’ambito di chi definisco ‘esploratori dell’erotismo estremo’ di norma si interagisce fra persone – con tutte le loro complessità – e non fra sigle o definizioni che finiscono col causare questi problemi.

Nel BDSM e nel Fetish si pratica spesso il travestitismo/crossdressing. Cosa ben diversa è quando una persona transgender è anche praticante BDSM. Rischia di essere oggettificata o fraintesa da altri praticanti (uomini o donne)?
Non credo di avere capito perché le persone trans dovrebbero fare caso a sé, ma suppongo che tutto dipenda dal modo in cui ci si propone. Nella mia esperienza ciascuno viene vissuto né più né meno che con l’identità con cui si presenta: poco cambia che sia temporanea, permanente, canonica o fuori da ogni schema.

Nel BDSM conta più il genere (ovvero se una persona è psicologicamente uomo o donna) o il sesso biologico (il corpo, i genitali e la relativa attrazione per esso/i)?
Come dicevo prima, conta l’identità con cui ci si presenta. Che, detto per inciso, mi sembra anche il modo più normale e rispettoso con cui interagire in generale, non solo in contesti erotici.

Tra attivisti antibinari è diffuso lo stereotipo del manager potente e machista che poi si fa dominare dalle donne, ma solo a letto e alle sue condizioni, rimanendo comunque maschilista. Ciò accade davvero? E perchè?È davvero così diffuso? Pensa che ho dovuto fare un attimo mente locale per separare l’immagine di manager donna (magari trans, come una mia cara amica)… A ogni modo, è vero che c’è chi usa il BDSM come strumento di compensazione dalle pressioni quotidiane, ed è vero che c’è chi non capisce che il bello di sottomettersi non sta nel prendere frustate ma nel poter “spegnere il cervello” e rilassarsi mentre qualcun altro pensa a prendere tutte le decisioni. Detto questo, non mi risulta che la dinamica che hai descritto sia particolarmente comune.

http://www.ayzad.com/it/notizie/cultura/la-fluidita-di-ruoli-e-generi-nel-bdsm-la-parola-ad-ayzad/
https://progettogenderqueer.wordpress.com/2017/04/05/la-fluidita-di-ruoli-e-generi-nel-bdsm-la-parola-ad-ayzad/

Slave #bdsmaccount #bdsmlovers #bdsm #bdsmcommunity #bdsmlove #bdsmlifestyle #domination #domina #dominagoldy #submissive #submission #slave #slavery #collar #collare #kink #kinky #leather


sabato 9 settembre 2017

Racconto 11

Era la sua prima volta, tutto ciò che conosceva di quel mondo era quello che aveva potuto sbirciare nei siti o nella sua mente...
Lui che alla parola sub aveva sempre dato un solo significato: sottomesso.
Lui che ora quei suoi desideri di bambino finalmente li stava facendo suoi perché aveva preso coraggio ed aveva ceduto alla volontà di una Donna che si prendesse cura delle sue volontà.
Lui non aveva riflettuto su tutto e non sapeva come sarebbe stato il suo primo incontro.
L'incontro fu in quel l'hotel che mai più avrebbe rivisto, il suo cuore batteva forte e tremava come una foglia perché l'attesa era più terrificante di quello che avrebbe potuto immaginare.
Uscí da quel bagno in tutta la Sua maestosità e quegli abiti che la facevano ancora più Regina della situazione, si avvicinò e le sue ginocchia si piegarono quasi in modo automatico, lui alzò gli occhi perché folgorato da tanta bellezza ed un ceffone arrivò sulla sua faccia.
Fu il suo primo insegnamento che non avrebbe più dimenticato in vita sua...

by Gianni Fedele





Copyright

Copyrighted.com Registered & Protected 
9659-NUMU-ZC4E-QPRG

AddToAny