Not Safe For Work

Not Safe For Work

AddToAny

lunedì 25 marzo 2019

I limiti

I limiti sono uno degli aspetti più importanti e discussi nel mondo BDSM. 
Vi sono limiti 'soggettivi', ovvero ciò che ciascuno è in grado di subire e/o imporre, e limiti 'oggettivi', ovvero la linea rossa oltre la quale non si parla più di BDSM ma di seri pericoli per la salute fisica o mentale. Cominciamo da quest'ultima:

LA SOTTILE LINEA ROSSA

Lo abbiamo già detto e ridetto, ma non fa male ricordarlo: SANO SICURO e CONSENSUALE. Questo è il BDSM. E già la triade traccia una prima 'linea rossa' di massima. Ma occorre poi vedere come interpretiamo queste parole. Credo sia chiaro a chiunque che non è SANO giocare con persone disturbate mentalmente, che non è SICURO subire o infliggere lesioni gravi e che non è CONSENSUALE costringere una persona ad esempio con minacce a dominare o farsi sottomettere. Ma è sano leccare la suola di una scarpa? È sicuro lasciar solo per un'ora un sub immobilizzato? È valido il consenso di una persona innamorata che teme di perderci rifiutando di realizzare delle nostre fantasie BDSM? È onesto cercare di coinvolgere altre persone nel 'gioco di coppia'? È consensuale giocare davanti ad un pubblico occasionale? Su queste e simili domande ogni BDSMer è tenuto ad una riflessione onesta prima con se stesso e poi con chi volesse come partner di gioco.

Questi argomenti sono infatti discussi in molte comunità Bdsm in tutto il mondo, e certamente questo aiuta tutti noi a fare chiarezza nei nostri desideri e a capire dove esattamente questa nostra linea rossa passi. Detto questo, non credo esistano risposte definitive. Ciascuno percepisce le situazioni in modo differente, e ogni singola situazione o persona sono in qualche modo diverse tra loro. Inoltre, il tempo modifica le percezioni. Così anni fa consideravo alcuni giochi certamente aldilà della mia linea rossa, 
e mi sono ritrovato a viverli, goderne appieno e sentirmi ugualmente sano e sicuro. E lo stesso potrebbero confermare centinaia di altri BDSMer. 
C'è poi tutto un discorso a parte riguardante il Mondo di Fantasia. Per molte persone difatti, possono essere eccitanti fantasie erotiche NON sane, NON sicure e NON consensuali. Conosco dozzine di persone equilibrate, piacevoli, sentimentalmente e socialmente inserite che trovano eccitante il pensiero di essere violentate, castrate, costrette ad atti rivoltanti o molto pericolosi per la salute o altrimenti torturate in modi certamente NON sicuri. E conosco altrettante persone che trovano eccitante immaginare di imporre ad altri tutte queste cose. È malattia mentale? Un brutto sintomo comunque? Non lo so. Ma fino ad oggi nessuno che conosca ha mai cercato di realizzare queste fantasie, per quanto ne so. Giocano i loro giochi BDSM SSC e parlano di queste fantasie come "sogni estremi", punto e basta. Per chi fosse interessato, qui approfondisco il concetto di patologia sessuale.


I LIMITI SOGGETTIVI
Il gioco BDSM consiste nel provare emozioni indubbiamente intense, che siano provocate da un colpo di frustino, dallo stare in ginocchio o dal gustarsi lo spettacolo del partner legato come un salame. E ognuno proverà emozioni differenti in questi ed altri frangenti. i Dom hanno i propri 'limiti' nella loro capacità di gestire la sessione e di fornire al sub la sensazione di 'controllo'. Ma nella scelta delle pratiche e della loro intensità i limiti sono centrati ovviamente sul ruolo sottomesso. Ogni sub ha, all'interno di quella Linea Rossa di cui dicevamo sopra, i suoi limiti personali. Per definirli possono essere utili due parametri: l'eccitazione e la volontà di subire. Così ci saranno giochi che il sub trova eccitanti ed è disposto ad accettare, altri che trova eccitanti, ma solo come fantasie (play talk), altri che non trova eccitanti ma è disposto a subire (di norma giochi per il puro piacere del Dom o pratiche punitive), e in fine vi saranno situazioni che il sub non trova eccitanti e non è disposto ad accettare. 
Quel che si dice un bel NO.
E per ogni pratica che accetta di subire, ogni sub ha i suoi personali 'limiti' di sopportazione. C'è chi non regge un paio di mollette sui capezzoli per più di qualche minuto e chi sopporta che vi siano messi e tolti pesi per ore. C'è chi trova eccitantissimo lucidare la suola delle scarpe della Mistress con la lingua e chi riesce a malapena a baciarne i piedi, c'è chi trova anche eccitante essere frustato per ore e chi non sopporta che poche sculacciate. Nessuno tra essi è 'giusto' e nessuno 'sbagliato', così come nessuno è più o meno 'soddisfacente' in termini assoluti. Il piacere (sia del Dom che del sub) sta in gran parte nell'avvicinare il sub al suo personale 'limite' e nel forzarlo a superarlo. Si tratta di un momento magico, delicatissimo, che dona a entrambi sensazioni intensissime. Forzare troppo in fretta, o non riuscire a percepire il limite comporta il 'fallimento' del Dom in una sessione. E 'fallimento' del sub è 'irrigidirsi' sui propri limiti e bloccare il Dom (possibilità che il sub dovrebbe avere SEMPRE nelle fasi più delicate durante una sessione). È poi ovvio che i limiti non si forzano in due minuti, e in particolare in caso di giochi 'pubblici' o occasionali è sconsigliabile portare un sub ai propri limiti.

È quindi palese quanto sia importante la sensibilità del Dom e che il sub abbia davvero piena fiducia nel suo Dom. Premesse senza le quali il gioco BDSM non può dare reali emozioni senza implicare rischi spesso non trascurabili.

http://www.skorpio.net/bdsm/limiti.htm

• ᖇᗴᗩᗪƳ 丅ᗝ ᖇᎥᗪᗴ? • • #ponytail #ponyplay #bdsmkink #bdsmaccount #bdsmsub #bdsm #ponyplay #ponyplay #ponygear #ponyboy #dominagoldy


domenica 24 marzo 2019

• 🄳🄾🄼🄸🄽🄰 🄶🄾🄻🄳🅈 • • #chastitykeyholder #malechastitydevice #malechastity #chastitytraining #chastitylife #sissychastity #chastitycage #chastitybelts #chastitylove #chastityboy #chastityslave #chastitybelt #chastitydevice #dominagoldy #bdsm


#Repost @gatsbykinbaku ・・• Ropework by @kuzmosis #gatsbykinbaku #boundmen #sydneygay #ropebondage #gaysydney #dominagoldy


#Repost @art_by_reraizure ・・・ Model : @mysorrow86 ; photographer : @niebr_foto #men #male #meninrope #shibari #kinbakuart #kinbaku #rope #ropebondage #shibari #shibaribondage #shibariart #photography #photooftheday #picoftheday


╰☆☆ ᗷᑌᗝᑎᗩ ᗪᗝᗰᗴᑎᎥᑕᗩ ☆☆╮ #happysunday☀️ #buonadomenica #dominagoldy


venerdì 22 marzo 2019

_rubberfunatic_ by Berlin Ropes #latexclub #latex #латекс #bondage #man #_rubberfunatic_ #dominagoldy


Dialoghi tra Domme e sub - Me and my slave A.

Anjo: 
evito di scriverti oggi, Padrona. Perdonami! Non so perché ma... il mio istinto slave vola a mille.

Isabella Iselin:
Cioè?

A: sono facilmente “eccitabile”.
Ed è una cosa che non posso permettermi.

Isabella Iselin
Ah no?
Non puoi o non vuoi?

A: Non posso. Padrona. E non voglio. Non posso perché... ogni mio desiderio DEVE essere legato a Te. E non voglio perché... non voglio poter provare nulla che non dipenda da un Tuo sguardo.
Non ho potuto donarti la chiave di una cintura, Padrona, ma ho fatto si di donarti la chiave della mia testa. In attesa di poter donarti anche quella più “materiale”.
Isabella Iselin
Accetto la tua decisione
Sei MIO. Sempre.

A: lo sono da anni, Padrona. Da prima che nessuno di noi lo sapesse.

Isabella Iselin
È bello saperlo però

A:Ti prego! Quando verrò... Ti prego... un Tuo marchio.
Isabella Iselin
Lo avrai non c'è dubbi

A:Non mi interessa neanche dove

Isabella Iselin
Non è decisamente quello l'importante

A: e Ti Prego di un’altra cosa. La catena l’ho scelta io, e Tu mi hai concesso di portarla. Per quella... almeno per quella... se vorrai: chiudila con un lucchetto, e tieni Tu la chiave.

Isabella Iselin
Ovviamente

A:Credimi. Vorrei poterlo fare anche con una cb. Indietro da quanto ci vorrà per riaprirla

Isabella Iselin
Avrò 2 chiavi: quella del lucchetto del tuo collare e quella della cb. Le metterò in una catenina che riposerà tra le mie tette

A: io non potrò che riposare ai piedi del Tuo letto, Padrona

Isabella Iselin
È quello il tuo posto

A:il mio posto è quello che Tu mi indichi. Il mio nome è quello che Tu mi dai. Il mio ruolo è quello che Tu vuoi.
Sei riuscita a farmi fermare per strada ed inginocchiarmi per una foto

Isabella Iselin
Ahahahah
Meraviglioso!

A: Per me non è meraviglioso. È naturale.
Io non so se riuscirò ad essere uno slave come si convenga, Padrona. Ma so che cercherò di imparare. E so che, per me, non è una questione di “parafilie”, o di “soddisfazione”.
Io mi accorgo, ogni giorno, di essere sempre di più una Tua proprietà.
Io non mi sento Tuo “slave”. Sento di essere una cosa Tua.

Isabella Iselin
Non mi interessa che tu sia uno slave provetto Mi interessa semplicemente che tu sia la persona al mio servizio nel senso più ampio del termine

A: È ciò che più desidero di essere, Padrona.

Isabella Iselin
È semplicemente quello che voglio

A: Già ora, ma ormai da tempo, sono pronto a fare ciò che desiderI.
E, se qualcosa non sono in grado di farlo, cercherei il modo per farlo

Isabella Iselin
Lo so

A: sorvoliamo su me... normalmente anche io mi sentirei stranito ma... con Te...
Smetto di essere “me”

Isabella Iselin
Sai che sono anche un po' timida

A: anche io, molto
Il mio “problema” non è che io voglia dimostrare alcunché, anzi...
Il mio problema è che, per me, Tu sei la mia Padrona. Non è che “stiamo facendo un gioco di ruolo”. Tu sei proprio la mia Padrona
Non so se mi sono mai spiegato.
Io non me faccio una questione di “pratiche”, di “sessioni”, di “fruste”, di “tacchi”, etc...
Non è neanche una questione di BDSM.
Io sono proprio una Tua proprietà. Semplice! Conciso!

Isabella Iselin
L'ho capito proprio in questi termini.

A: Se mi inginocchio a baciarti la mano quando Ti incontro, non è per una questione Mistress/slave. Mi inginocchio a baciarti la mano, indipendentemente dal contesto, perché è così che è naturale che sia. A meno che Tu non mi indichi altro.
Tu sei la mia Owner. (Forse così è più chiaro). Puoi decidere di me ciò che più vuoi.

Isabella Iselin
Mi è chiarissimo

A: a me lo è da tempo

A: Vorrei poter versare sangue per Te ogni giorno. Vorrei poter vivere ogni giorno nella consapevolezza di poter donarti anche un solo attimo di soddisfazione
E invece mi trovo qui, come un idiota, a non poter fare nulla di concreto per la Dea a cui appartengo, se non illudermi che, rinunciando ad un “mio piacere”, possa offrirle qualcosa.
Ho davvero timore di ritrovarmi ai Tuoi piedi, Padrona. Ho paura perché temo davvero di non riuscire più ad alzarmi. In ogni senso: sia figurato che reale.
Già ora vorrei poter torturarmi ogni giorno per il solo fatto di non essere lì davanti a Te
Non scherzo. Ogni giorno, il mio primo pensiero, va al sentire la mia schiena sotto i colpi della frusta. E vorrei poterlo fare, solo per poter dirmi “non sono lì, ma soffro lo stesso”. Ma mi trattengo perché: in primis, non sarebbe comunque una decisione Tua; in secundis, questo corpo non mi appartiene più

#Repost @gatsbykinbaku ・・・ I was reminded recently it's been too long since I posted a booty bind. @mattsebk, Barcelona 2018 #Gatsbykinbaku #boundmen #beards #scruff #ropebondage #englishman #russianmen #ropeartist #rigger #ropebunny #spanishhunk #hotmen #mcm #mancrush #aussiemen #men #malemodel #brittishmodel #kinbakulove #aussiemen #shibarilove #spanking #shibariart #kinbakuart #ropeart #shibari #shibarimen #kinbakumen #kinbaku


#Repost @gatsbykinbaku ・・・ The red light district @polerleon #Gatsbykinbaku #ropeartist #asianmen #redhead #dominagoldy



#cherrylips #cherrylollipop #dominagoldy


Copyright

Copyrighted.com Registered & Protected 
9659-NUMU-ZC4E-QPRG