Not Safe For Work

Not Safe For Work

lunedì 7 maggio 2018

L'amore sottomesso

DA: Serpico's blog

Se è vero, come scrivevo nel blog precedente, che sono tante le donne che ricevono sui social network dei messaggi privati da uomini che si propongono come schiavi, è altrettanto vero che sono molte le donne che vorrebbero proporsi, loro, come schiave. Magari hanno provato nel letto molteplici situazioni, raggiungendo grandi piaceri, ma spesso per un senso di vergogna, non hanno mai sperimentato “l’amore sottomesso”, se non fantasticandoci. Ma una cosa è eccitarsi da sola, tra le lenzuola, immaginando di servire un “padrone”, altra cosa è passare dall'immaginario al reale. Non solo, ma se con il proprio partner ci si sta da una vita, non sempre è facile cominciare.

Propongo quindi di trovarsi un amante. Oggi non è così difficile e se non si frequentano palestre, o comunque luoghi che facilitano incontri, c’è sempre il web che può aiutare parecchio. L’amore sottomesso ha alla base un asservimento mentale, cioè un donarsi completamente a lui e ai suoi capricci, ci vuole molta fiducia. Per questo motivo è bene sperimentare l’amante più volte per capire se è il tipo giusto. Se avete qualche dubbio è preferibile mollarlo e sceglierne un altro. Non fatevi fregare dai sensi di colpa, perché sono proprio questi che hanno riempito migliaia di donne di rimpianti, anziché di dolci ricordi. Se poi questi sensi sono così forti da bloccarvi e però la voglia di provare ad essere Anastasia è forte, beh, allora prendete per il colletto vostro marito e gridategli in faccia: “Legami!” Abbiate però prima l’accortezza di controllare se ci sono corde in casa, altrimenti il poveretto potrebbe rispondervi “Amò, con che cosa ti lego?” e l’adrenalina si scioglierà come neve al sole.

State certe che quando l’amante (o il marito) si sentirà dire con tono perentorio “Legami!” il suo testosterone inizierà a ballare la samba, perché non c’è cosa più eccitante per un uomo capire le voglie segrete della propria donna. Lui, infoiato come un ragazzino alle prime esperienze, vi legherà a letto e proverete l’intenso piacere di sentirsi a disposizione del vostro uomo, che può abusare di voi come vuole. Quelle legature saranno l’ammissione del vostro asservimento a lui, il vostro corpo è suo, la vostra mente è sua, tutto di voi è suo. Lui questo lo sa e quando i suoi occhi poseranno languidamente sul vostro corpo nudo, il piacere che proverete sarà inebriante.

Attenzione però. Il BDSM provoca dipendenza e potreste non farne più a meno di quelle magnifiche, erotiche legature di bondage.

http://blog.chatta.it/francuzzoserpico/post/l-amore-sottomesso.aspx

Nessun commento:

Posta un commento

Copyright

Copyrighted.com Registered & Protected 
9659-NUMU-ZC4E-QPRG

AddToAny